Presentata a Roma la campagna Otto per mille di valdesi e metodisti – Otto per mille

Scritto da Fcei il . Postato in Notizie Evangeliche

Roma (NEV), 9 maggio 2012 - "Ci spiegate perché tante firme per i 'valdesi'"? "Da dove arriva un consenso così clamoroso"? Sono state queste due domande il "tormentone" della presentazione della campagna Otto per mille delle chiese valdesi e metodiste avvenuta ieri a Roma presso il Teatro Santa Chiara, a pochi passi dalla Camera dei deputati. Ad animare l'incontro presentato da Gian Mario Gillio, direttore del mensile Confronti, i commenti e le domande di Filippo Solibello e Benedetta Tobagi, voci e volti di Caterpillar, una delle trasmissioni di maggiore successo di Radiorai."Qualche risposta ce l'abbiamo - ha affermato la pastora Maria Bonafede, moderatora della Tavola valdese - e la prima è che noi siamo "diversamente cristiani": le chiese metodiste e valdesi cercano di vivere la loro fede cristiana evangelica e le proprie scelte con serietà e profondità e questo alla fine si recepisce; le altre risposte rimandano alla trasparenza e alla laicità con cui gestiamo i fondi. Non un euro va al culto e ogni anno comunichiamo nel dettaglio i progetti che finanziamo dopo un attento esame". "La campagna di quest'anno ha come tema i giovani - ha spiegato il teologo Paolo Ricca, coordinatore dell'ufficio Otto per mille istituito dalla Tavola valdese - ed è ovviamente suggerito dalla situazione economica di tanti venti o trentenni che da un certo punto di vista hanno molto di più di quanto non aveva la mia generazione alla loro età, ma che in realtà hanno scarse speranze di lavoro, di un vero lavoro che consenta loro di pianificare la loro vita".Inframmezzati dalle musiche klezmer del Gabriele Coen trio, si sono susseguiti gli interventi di Jennifer Mensah che ha illustrato alcuni progetti finanziati nell'ultimo anno, del politologo Paolo Naso che ha illustrato l'andamento delle firme negli ultimi anni e dello scrittore e pubblicitario Sergio Velluto che è tornato sul tema della campagna 2012. Sul palco è salita anche la regista Cristina Comencini che ha scelto toni personali per raccontare il suo riavvicinamento alla Chiesa valdese che sa intrecciare "spirito laico e amore per la Bibbia".In conclusione la moderatora Bonafede ha salutato e ringraziato i presenti, molti dei quali non evangelici e quindi pienamente rappresentativi degli oltre quattrocentomila contribuenti italiani che hanno destinato il loro otto per mille alle chiese valdesi e metodiste.La campagna otto per mille delle chiese metodiste e valdesi si concentra nel mese di maggio e consiste in inserzioni pubblicitarie sulle principali testate cartacee, sui principali portali web, sulle affissioni in alcune città e sulla diffusione di alcuni web spot. Materiali e informazioni sulla campagna sono disponibili sul sito www.ottopermillevaldese.org.   Otto per mille/2. Tra i destinatari anche le chiese luterana, avventista, pentecostaleUna scelta volontaria per una tassa obbligatoria  Roma (NEV), 9 maggio 2012 - E' tempo di dichiarazione dei redditi e dunque di assegnazione dell'otto per mille: quella tassa cioè, con cui lo Stato italiano ripartisce, in base alle scelte espresse dai contribuenti, l'8‰ dell'intero gettito fiscale ricavato dall'IRPEF da distribuirsi tra lo Stato, la chiesa cattolica e diverse confessioni religiose che abbiano un'Intesa. Com'è noto tra queste figurano, oltre all'Unione delle chiese metodiste e valdesi (vedi notizia precedente), altre tre chiese di matrice evangelica: la Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI); la Chiesa cristiana avventista del settimo giorno (UICCA); e le Assemblee di Dio (ADI). Dall'anno prossimo è prevista anche la casella riservata all'Unione cristiana evangelica battista d'Italia (UCEBI), che ha modificato la propria Intesa con lo Stato al fine di concorrere alla ripartizione delle quote dell’otto per mille (vedi NEV 09/12).Nessuna particolare enfasi quest'anno sulle campagne pubblicitarie dei luterani, avventisti e pentecostali delle ADI, che ripropongono i contenuti degli anni precedenti: la CELI punta sullo slogan "Ma certo!"; la UICCA su: "La tua firma per la Chiesa cristiana avventista: una, molte, tante, vite che ritornano a sognare"; mentre le ADI scelgono: "Con il tuo otto per mille facciamo del bene a tutti". L'utilizzo dei fondi varia da confessione a confessione. Dai rispettivi siti web si evince che la CELI destina buona parte dei soldi al sostentamento dei ministri di culto e all'attività pastorale e di evangelizzazione, mentre gli avventisti li destinano quasi esclusivamente in attività sociali ed assistenziali. Le ADI, attraverso il loro Servizio evangelico di assistenza sociale (SEAS) sostengono vari programmi di aiuto alimentare, medico, sociale, scolastico in Italia e in diversi paesi dell'Africa e dell'Asia. Quanto alla rendicontazione sull'utilizzo dei fondi, la CELI (3,1 milioni di euro nel 2011), e gli avventisti (2,167 milioni di euro nel 2011) pubblicano annualmente sui rispettivi siti web un prospetto dettagliato delle spese. Il meccanismo dell'otto per mille prevede che i contribuenti non siano tenuti ad esercitare l'opzione per la destinazione dell'otto per mille: si tratta cioè di una scelta volontaria, ma per una tassa obbligatoria. L'otto per mille di chi non si esprime viene ripartito tra i soggetti beneficiari, in proporzione alle scelte espresse, che secondo gli ultimi dati ammontano al 44% dei contribuenti. Nel 2011, di quella minoranza, l'85% ha scelto la chiesa cattolica. Le firme dei contribuenti hanno tutte lo stesso peso, indipendentemente dai singoli redditi. All'8 per mille la rubrica "Protestantesimo-RAIDUE" ha dedicato un servizio dal titolo "Potere a chi non ha voce" che si può rivedere su: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6f387687-2c46-414e-84d7-175f18cc2c81.html.Per approfondimenti sull'otto per mille luterano: www.chiesaluterana.it/8-x-mille-2/, mentre per una panoramica sul tipo di iniziative svolte è possibile avere maggiori ragguagli digitando "8 x mille Chiesa luterana" su YouTube. Per la UICCA e le ADI cliccare su: www.ottopermilleavventisti.it, www.assembleedidio.org/seas.php.  

Tags: