«Ri-Trovarsi con l’arte», un progetto diaconale

Scritto da Eduardo Zumpano il . Postato in Comunità, Diaconia valdese

IMG_0098-225x300.jpg
Da Riforma n. 29 – 26 luglio 2013

Comincia a prendere corpo il progetto «Ri-Trovarsi con l’arte» realizzato dalla locale chiesa valdese di Dipignano con il contributo finanziario della Csd – Diaconia valdese. Sono coinvolte circa 75 persone, tra partecipanti di varia età e volontari, che usufruiscono dei laboratori e delle attività: dal cucito al teatro, dal primo approccio a uno strumento musicale al découpage, dalla summer school al doposcuola, dalla danza alla ginnastica leggera. Percorsi formativi non fini a se stessi ma al cambiamento e al miglioramento della persona. La responsabile del progetto, Maria Pia di Salvo, e il Consiglio di chiesa, nella persona del suo presidente Eugenio Presta, ci spiegano in che cosa consiste e quali sono i contenuti di «Ri- Trovarsi con l’arte».

La chiesa valdese di Dipignano, ripensando il proprio ruolo di comunità cristiana ed evangelica presente su un territorio specificamente caratterizzato, ha voluto mettersi al servizio della comunità dipignanese e delle altre realtà associative locali realizzando un progetto sociale innovativo ed esplorativo. Grazie all’impegno di molti, membri di chiesa e non, e alla collaborazione della parrocchia cattolica di San Nicola (segnale di un profonda apertura ecumenica), si è potuto impostare il progetto che in questo momento ha percorso un bel po’ di strada. Si sono avviati i laboratori di cucito, una summer school per i bambini delle classi materne ed elementari (con dei laboratori di musica e di disegno) e un corso di alfabetizzazione informatica per gli adulti. Attività e laboratori sono a libero accesso e del tutto gratuiti. Si aspetta l’autunno, quando saranno riaperte le scuole, per avviare un doposcuola e continuare le attività già iniziate nel pomeriggio, per riuscire poi alla fine a tirare le somme e valutare quali saranno stati i punti forti e i punti deboli della nostra azione sociale verso il miglioramento e il cambiamento, nella condivisione, dei partecipanti e quindi di una parte della cittadinanza di Dipignano.

«A questo punto bisogna fare una considerazione generale – aggiunge il presidente del Consiglio di chiesa, considerazione che facciamo nostra: «Qual è il rapporto, se c’è, tra diaconia ed evangelizzazione? Tra il mettersi al servizio condividendo quello che abbiamo con gli altri, come faceva Gesù con i suoi discepoli, e comunicare il messaggio d’amore e di salvezza proprio di Gesù?» Dipignano, con i suoi cinquemila abitanti, che cosa ha ricevuto in 103 anni di presenza valdese? Con questo progetto, oltre alla comunicazione del messaggio cristiano, si vuole sottolineare che le parole di fede, di speranza e d’amore di Gesù debbono concretizzarsi in un reale mettersi al servizio, finalizzato a condividere i propri doni senza aspettare nulla in cambio. “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt. 10, 8)».

Eduardo Zumpano

Tags: , , ,

Trackback dal tuo sito.

Eduardo Zumpano

Per informazioni contattatemi su questo sito.

Lascia un commento

8x1000